giacomo 3

L’artista Giacomo Modolo, finalista della II Edizone dell’Art Prize CBM 2013/2014, sarà in residenza d’artista ad Areacreativa42 nei mesi di gennaio e febbraio 2016.

In occasione della residenza verranno organizzati incontri con l’artista e laboratori didattici.

Per informazioni scrivere a elenaambrosi@areacreativa42.com

 

Giacomo Modolo (Vicenza 1988) è un giovane artista con il quale Areacreativa42 collabora in maniera continuativa ed intensa da 2 anni, dopo la sua selezione come finalista alla II Edizione dell’Art Prize CBM, con presidente di giuria Vittorio Sgarbi, quando, su più di 800 artisti, Giacomo è stato selezionato tra i finalisti under 30 con l’opera La tregua.

La forte spinta introspettiva di Giacomo ed il suo crescente percorso professionale, hanno motivato Arecreativa42 nel realizzare una prima mostra dal titolo Ricostruzioni e successivamente Portrait’s from K’s diary, che parte dal ricordo e dall’esperienza personale per trasformarsi in una riflessione universale sulla ciclicità della Storia.

La storia, in particolare quella del ‘900, è stata matrice per la sua produzione artistica i cui lavori, in una consapevole rielaborazione e rappresentazione di racconti, esperienze e ricordi che sono stati narrati e successivamente reinterpretati nella contemporaneità. Giacomo è spinto da una profonda curiosità per la Storia, ne è attento conoscitore e ne sviscera i fatti sulla tela o sulle opere su carta, che per lui hanno la stessa importanza delle prime.

Il ruolo dell’artista si trasforma in una figura ambivalente di interlocutore passivo, ma anche di romanziere attivo che con le immagini rende partecipe di ciò che a lui è stato riferito o mostrato.

I movimenti e le posture sono grevi, i corpi pesanti, i volti sfocati sono ipnotici, e vogliono essere guardati. Siamo inevitabilmente spettatori del loro vissuto.

Nel 2015 la pittura di Giacomo ha subito una svolta, attraverso il passaggio da uno studio maggiormente narrativo e rivolto alla ricerca delle immagini di persone, per evolversi in una ricerca estetica, che preannuncia l’unione dei due aspetti.  Le opere dell’artista sono state recetemente esposte alla galleria Curators’ Voice Art Projects di Miami, in occasione dell’importantissima settimana di Art Basel, nonché alla Biennale Internazionale delle opere su carta di Vicenza e saranno presenti nella prestigiosa galleria Cermak Eisenkraft di Praga da gennaio 2016 (in calce si vedano la biografia e l’elenco delle mostre).

I lavori di Giacomo Modolo sono sempre caratterizzati dal miglioramento della tecnica pittorica e dallo studio, attraverso il confronto con il suo maestro e dall’approfondimento delle opere dei grandi artisti, contemporanei e del passato, della tecnica e della composizione.

Le opere su carta, in particolare, lasciano trasparire la potenza della sua pittura e la sua capacità narrativa e di comunicazione, il gusto e la ricerca nei dettagli mai casuali. I volti poi entrano immediatamente in empatia con lo spettatore creando quel legame che spesso ormai nell’arte contemporanea viene meno.

“Rivendicando il concetto di unicità, in un mondo soffocato dalle immagini di una creatività sempre più rivolta alle necessità del mercato, ho scelto di esprimere la mia esigenza artistica principalmente attraverso la pittura e il disegno. Queste discipline mi permettono un diretto contatto con la materia e la completa immersione nei confronti delle te- matiche. Le figure che rappresento sono frammenti di una quotidianità passata, dei cambiamenti radicali della storia e di riflessioni personali sui rapporti tra cultura del passato e di quella contemporanea. Non mi pongo l’obiettivo di trovare risposte a quesiti ideologici o di fondare una nuova versione critica, quanto di porre spunti per una riflessione. Da una parte una realtà romantica, drammatica o mitizzata, come spesso la si racconta dai ricordi, dall’altra la verità, banalizzata dalla vita di tutti i giorni”.    Giacomo Modolo

 

Mostre selezionate

– 2015

Galleria Cermak Eisenkraft, Praga

Papermade Biennale di opere di carta, Palazzo Fogazzaro, Schio, Vicenza

BianconeroAtelier 3 +10, Venezia Mestre

Premium, Curator’s Voice Art Projects Gallery, Miami, Florida

1518, Palazzina Storica Parco Catullo, Perschiera del Garda, Verona

Gold/ Italy, sala espositiva fiera dell’oro di Arezzo

Ghisa Art Fusion, Spazio Shed, Schio, Vicenza

Portraits from K.’s diary, mostra personale, Spazio Punto Ottico, Vicenza

L’abito del male, Centro di cultura La Medusa, Este, Padova

– 2014

Christmas Collection, Casa Toesca, Rivarolo Canavese, Torino

Bodies, Family Banker Office di Banca Mediolanum, Lonigo, Vicenza

Parsing Properties, Palazzo Pisani, Lonigo, Vicenza

Ricostruzioni, mostra personale, Casa Toesca, Rivarolo Canavese, Torino

Guerra e Pace, Polo B55, Vicenza

– 2013

Premio Bonatto Minella, Villa Vallero, Rivarolo Canavese, Torino

Alètheia, Palazzo Pisani, Lonigo, Vicenza

Schorndorf Kunstnacht, Kunstverein, Schorndorf, Germania

Craft of Mind, Sanbapolis, Trento

Al Quadrato, Palazzo Oddo, Albenga, Savona

I Territori della mente, La Qasba/Bocciodromo, Vicenza

ArtItaly, Domagk Ateliers, Monaco di Baviera, Germania

Premio Art Caffè Letterario, Caffè Letterario, Roma

– 2012

Biennale del Disegno, Sofia, Bulgaria

IntuAzioni, Galleria Fluida di Venezia

Peli superflui, Art Night, Accademia di Belle Arti di Venezia, Atelier di Decorazione

7° Premio Internazionale Biennale d’incisione Città di Monsummano Terme, Pistoia

– 2011

Il velo della sposa, Forte Marghera/padiglione 35, Mestre

… et noli contristari, Piccola Galleria U.C.A.I. Brescia

– 2010

Corpo EX/Posto, Accademia di Belle Arti di Venezia, Magazzini del Sale, Venezia

Corpo EX/Posto, Accademia di Belle Arti di Sofia, Bulgaria

– 2009

Il figliol prodigo, Chiesetta di San Zenone, Piccola Galleria U.C.A.I, Brescia

Nuovi orizzonti in laguna, Centro Culturale Borges, Buenos Aires, Argentina

 

Giacomo Modolo (1988) è un pittore vicentino.
Terminata la formazione artistica al Liceo Martini di Vicenza, consegue la laurea di primo livello in Grafica d’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia nel febbraio 2011 e, presso la medesima istituzione, la laurea di secondo livello in Decorazione nel febbraio 2013.
 Da sempre grande appassionato del mondo underground, dal 2007 al 2014 è componente della formazione rap/hardcore Superficie Ruvida con la quale produce tre album e nume- rose esperienze live nel territorio nazionale. Attualmente è chitarrista del gruppo post punk Iene-A.
Durante l’anno accademico 2011/2012 svolge attività di tutor presso il laboratorio di Calcografia dell’Accademia di Belle Arti di Venezia, assistendo, nelle attività didattiche, il prof. Alberti Balletti.
Da novembre 2012 è parte del Collettivo La Qasba ed è impegnato nell’organizzazione di eventi artistico-espositivi.
Partecipa a numerose mostre collettive sia in Italia che all’estero esponendo lavori di pittura, disegno e grafica d’arte, due sono le mostre personali.
Negli anni scolastici 2013/ 2014 e 2014/2015 insegna “Cultura del territorio” presso l’indi- rizzo turistico alberghiero dell’Istituto San Gaetano di Vicenza.
Nel 2013 risulta finalista del Premio Internazionale Bonatto Minella organizzato dall’associazione culturale Areacreativa42 con giuria di Vittorio Sgarbi. Dall’esperienza del premio nasce una collaborazione con Areacreativa42 presso la cui sede, Casa Toesca a Rivarolo Canavese (Torino), sono presenti le sue opere.

 

giacomo